LA MARCIA DI UN POPOLO

In questi giorni stiamo assistendo alla violenza che sta attraversando le strade del Myanmar, un tempo chiamata Birmania. Un paese con più di 55 milioni di abitanti, con un tasso di inflazione che nel 2002 ha sfiorato il 70% e la totale assenza di investimenti stranieri. La storia di questo paese più volte ha visto proteste,  è costellata da marce, … Continua a leggere

LA PROTESTA DI JENA

Migliaia di dimostranti si sono riuniti giovedì 20 settembre nella città di Jena, in Louisiana, chiedendo giustizia per sei adolescenti afro-americani che dovranno scontare un totale di 100 anni in prigione per aver picchiato un allievo bianco nel cortile della scuola. Rimando al post di qualche settimana fa per la storia. La protesta del 20 settembre è stata uno dei … Continua a leggere

LE “NOBILI MENZOGNE” AMERICANE

http://video.google.com/videoplay?docid=4572474239487878261   Lo scrivo qui e lo dirò sempre, io non ce l’ho con gli americani, ma sono contro ogni tipo di governo che infligge ad suo cittadino la tortura, l’umiliazione, nascondendo poi la mano insanguinata. L’America si nasconde dietro le sue “nobili menzogne”. Torturare un essere umano è la cosa più malvagia, crudele e spietata che si possa commettere. … Continua a leggere

MINORENNE

http://it.youtube.com/watch?v=DwZ9orU1ptc (Nella foto Glen nel giorno del suo 21° compleanno, fotografato da Ken Light) Questo video (che consiglio di vedere) è stato girato girato circa 7 anni fa, mostra il celeberrimo braccio della morte di Huntsville, niente di sconvolgente, ma a me fa sempre una certa impressione. Sono cresciuta nell’amore per la libertà, nel rispetto della dignità umana e questo mi … Continua a leggere

ALAN SHORE vs TEXAS

Questo è un video estratto dall’ultima puntata della 1°serie di Boston Legal, Alan Shore chiude sulla pena di morte. E’ in lingua originale, rende meglio l’interpretazione di James Spader, é incredibile. Adoro la battuta finale: “sinceramente, sinceramente, sinceramente spero che non penalizzerete il mio cliente solo perchè i suoi avvocati vengono dal Massachussets….casa dei patrioti del New England che potrebbero … Continua a leggere

IL TEXAS NON PERDE IL RITMO

Il texas, dopo una piccola battuta d’arresto, riprende il ritmo delle esecuzioni. Tony Roach, un uomo di 30 anni, accusato di aver rapinato, stuprato e ucciso una donna di Amarillo pochi mesi dopo che gli era stata concessa la libertà vigilata. Confessò subito alla polizia quello che aveva fatto. Prima dell’esecuzione, ha parlato per qualche istante, delle lacrime sono spuntate … Continua a leggere

INDOLORE?

  La lista dei metodi per le esecuzioni è ampia, precedentemente in un post, ho inserito alcuni link, che portavano ad alcuni contenuti piuttosto “pesanti”. Ma in fondo si tratta di “pena di morte”, di leggero non vi è nulla. Ma se volete,  potete buttarvi su qualcosa di meno impegnativo posso indicarvi questo sito www.bastardly.com dove potrete studiare il caso … Continua a leggere

L’AMERICA IN DUE COLORI

                                                                                                            I SEI DI JENA  Carwin Jones (uno degli imputati)                                                                      Questo è uno spaventoso caso di razzismo avvenuto a Jena (Lousiana), che alcuni giornali francesi, inglesi e cinesi hanno riportato. Jena, ha una popolazione con meno di 3000 abitanti, di cui solo 350 sono Afro-americani. La storia è iniziata sotto il “white tree” (letteralmente l’albero bianco), che è … Continua a leggere

PAUL KAGAME….MA VA’ A KAGAME!!!

Lo scorso 30 agosto, Romano Prodi ha consegnato il premio dell’associazione Nessuno Tocchi Caino “l’abolizionista dell’anno 2007” a Paul Kagame,presidente del Rwanda.  Immediatamente si è scatenato il putiferio su questa vicenda.   Paul Kagame, secondo la Division Nationale Anti-Terroriste francese, sarebbe l’ideatore del genocidio Tutsi del 1994,( Consiglio di vedere il film “Hotel Rwanda” che racconta la storia di Paul … Continua a leggere

LA LEGGE NON CAMBIA PER GENARLOW WILSON

Lo stato della Georgia che ha condannato Genarlow Wilson, ha cambiato la legge che regola i rapporti consensuali tra minorenni. Praticamente ora, si è puniti soltanto con un anno di detensione e non si viene registrati come “sexual offender”. In America esiste una sorta di albo per chi commette crimini sessuali. Questo albo può essere consultato da chiunque, cioè è … Continua a leggere